"
<\/a><\/div>
\n
<\/i><\/a><\/div>\n
\n \n \n \n \n <\/path>\n <\/path>\n <\/path>\n <\/path>\n <\/g>\n <\/svg>\n <\/i>\n
Fridays For Future \u2022 Italia<\/span><\/a><\/div>\n\n\n
\n
\n
\n \n
\n
<\/div>\n <\/div>\n<\/a>\n
\n
<\/div>\n <\/div>\n<\/a>\n
\n
<\/div>\n <\/div>\n<\/a>\n
\n
<\/div>\n <\/div>\n<\/a>\n
\n
<\/div>\n <\/div>\n<\/a>\n
\n
<\/div>\n <\/div>\n<\/a>\n
\n
<\/div>\n <\/div>\n<\/a>\n
\n
<\/div>\n <\/div>\n<\/a>\n
\n
<\/div>\n <\/div>\n<\/a>\n
\n
<\/div>\n <\/div>\n<\/a>\n <\/div>\n <\/div>\n<\/div>\n
Schiavit\u00f9, sfruttamento, cementificazione, consumo d'acqua... i Mondiali in Qatar hanno sacrificato il rispetto di chi lavora e dell'ambiente sull'altare del business sportivo<\/b>.Un compromesso che \u00e8 costato troppe vite, e di cui risentir\u00e0 anche il clima.\u26bd<\/b><\/i> \u00c8 davvero questo il futuro del calcio o possiamo pretendere di meglio?<\/i><\/div><\/div>\n\n